//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js
Santiago de Compostela: il nostro Cammino Primitivo
Europa Consigli

Santiago de Compostela: il nostro Cammino Primitivo

Punteggio

4 punti basati su 1 votazioni.

  • Eccellente
    0
  • Molto Buono
    1
  • Nella Norma
    0
  • Scarso
    0
  • Terribile
    0

Il nostro Cammino di Santiago.

Il nostro “cammino Primitivo” risale al 2013. Siamo partite i primi di ottobre, ma abbiamo iniziato ad organizzare il viaggio mesi prima. In un pomeriggio freddo e piovoso di febbraio con Lorena ci siamo messe al lavoro per cercare di capire da dove partisse il famoso Cammino di Santiago. Davanti a noi si è aperto un mondo: abbiamo scoperto che non esiste “IL” cammino per Santiago, ma… secondo la leggenda addirittura il Cammino comincia quando si esce da casa propria, con lo zaino in spalla..

Quale  percorso scegliere.

Il più percorso in assoluto è il cammino Francese che parte da Saint Pied de Port ma le vie per Santiago sono molte di più. C’è il cammino Portoghese, che parte da Lisbona; il cammino del Nord, che parte dai Paesi Baschi e percorre, appunto, la costa nord della Spagna; il cammino Reale, che parte da Madrid; il cammino Inglese, che parte tracciando un punto a nord in linea d’aria sopra Santiago; e poi c’è il cammino Primitivo, la prima via calpestata per arrivare dove oggi sorge la maestosa cattedrale di Santiago. Percorsa nel lontano I secolo d.C. dall’allora re delle Asturie, Alfonso II detto il Casto, con trono ad Oviedo. E oggi, il Cammino Primitivo, parte proprio da Oviedo.

Come scegliere quale cammino percorrere?

Si devono valutare diversi fattori fondamentali: tempo a disposizione, percorso da seguire e non ultimo preparazione fisica personale. Forza di volontà, concentrazione e consapevolezza che può in alcuni momenti diventare difficile proseguire è da tenere in considerazione sempre. Il Primitivo è stato il nostro cammino. Tra  caratteristiche e descrizioni, abbiamo capito che sarebbe stato quello giusto. Percorribile in quindici giorni e ancora selvaggio, attraversava pascoli e si inoltrava sulle vette asturiane, per giungere poi in Galizia e discendere verso La Coruna, fino a Santiago de Compostela..

Un momento con se stessi.

E’ stata un’impresa ardua, ma magica. Il senso del Cammino pervade anche se non lo si sta facendo per motivi religiosi. E’ un’occasione per misurarsi sia fisicamente, portandosi magari un pò oltre i limiti conosciuti, che mentalmente, essendo necessario a volte ricercare motivazioni forti per far fronte ad eventuali difficoltà e perché no, poi, per i più fortunati, può anche rientrare in qualcosa di spirituale, o giù di lì.

Da un ricordo indelebile alla prima pagina di un libro…

Una vera compagna di viaggio, la determinazione e la voglia di andare lontano hanno reso semplice  il raggiungimento di una meta tracciata non solo su una cartina ma anche nei notri cuori.
Due anni più tardi ho cominciato a scrivere un romanzo,  pubblicato poi a maggio 2017 il quale mi ha messo in contatto con pellegrini di tutta Europa.
Quando diventi pellegrino, d’altronde, poi lo sei per tutta la vita!

Hai recentemente visto ...

Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

SCRIVI UN COMMENTO

Direzione Vacanze

Scopri nuove mete e servizi per rendere un esperienza unica ogni viaggio. Tante destinazioni in tutta Italia e nel mondo dove troverai consigli di viaggio ed offerte per divertirti e risparmiare. Strutture selezionate, foto e recensioni che ti permetteranno di organizzare e creare la tua vacanza ideale. info@direzionevacanze.it